Come ottimizzare il tasso di conversione di un sito web Come ottimizzare il tasso di conversione di un sito web

Come ottimizzare il Tasso di Conversione di un sito web

Come ottimizzare il Tasso di Conversione di un sito web - 5.0 out of 5 based on 4 votes

Scopri come aumentare le vendite del tuo e-commerce e come creare delle pagine web che spingano i visitatori ad effettuare l'azione che tu vuoi

Il marketing online è uno strumento molto importante per le aziende che desiderano crescere e raggiungere sempre più clienti e, tra le tantissime attività che esso comprende, una delle cose fondamentali da fare è decisamente monitorare le proprie conversioni e trovare le soluzioni più valide per permettere alla propria attività di raggiungere dei risultati sempre più elevati. Per questo, la domanda alla quale risponderò oggi è: come ottimizzare il conversion rate di un sito web?

 

Cosa significa Conversione

call to action

Per capire come ottimizzare il conversion rate di un sito web e per iniziare ad attuare le giuste tecniche, è necessario partire dal principio. Infatti, innanzitutto è opportuno sapere esattamente che cos’è una conversione. Realizzando un sito, ognuno di noi ha in mente alcuni obiettivi, che possiamo ricondurre ad alcune azioni che gli utenti dovranno effettuare dopo essere approdati sulle nostre pagine e dopo aver letto i nostri contenuti.

Ad esempio, supponiamo che un utente trovi una recensione di un prodotto. Lo scopo del proprietario del sito è quasi certamente quello di vendere quel determinato articolo e, pertanto, dopo un’accurata descrizione, darà modo al lettore interessato di potersi collegare alla pagina dove potrà acquistare il prodotto, quasi certamente attraverso una call to action (chiamata all’azione) finale. Quella determinata azione che l'utente è chiamato a compiere, che in questo caso è l'acquisto, è la conversione.

Perciò, in base allo scopo del sito o di una determinata pagina web, possiamo dire che la conversione si identifica proprio nell’azione che vorremo che facesse il nostro visitatore, che potrebbe essere appunto acquistare, lasciare un proprio contatto, richiedere informazioni, scaricare un contenuto multimediale, registrarsi alla newsletter, etc.

 

Cosa significa Conversion Rate

funnel e commerceDi conseguenza, il conversion rate è il risultato del rapporto fra il totale di conversioni effettive e il volume di visitatori che sono approdati su una determinata pagina o contenuto web, e questo rapporto può essere analizzato tramite un funnel di vendita. Quest’ultimo significa letteralmente "imbuto di vendita", e non è altro che un sistema che consente di capire tutto quello che avviene da una visita fino ad un acquisto, rivelandosi così uno strumento importante che può aiutarci ad ottimizzare il conversion rate di un sito web. In pratica, considerando la forma dell’imbuto, nella parte superiore ci saranno le effettive visite alla pagina e nella parte inferiore, ovvero quella più piccola, ci saranno gli acquisti effettuati o il numero di iscritti alla newsletter, il totale delle richieste di informazioni, etc.

Perciò, se ad esempio una pagina cattura contatti riceve riceve 3000 visite (parte superiore del funnel), magari saranno solo 1000 gli utenti che arriveranno alla pagina di vendita, 300 coloro che arriveranno al checkout e solamente 100 le persone che effettivamente effettueranno l’acquisto (parte finale del funnel). Pertanto, come potete vedere, per ottimizzare il conversion rate di un sito web, possiamo analizzare il processo di vendita tramite il funnel, scoprendo così cosa accade in ogni fase e arrivando a capire cosa migliorare per poter aumentare i tassi di conversione e, conseguentemente, anche il ROI (Ritorno dell'investimento).

 

Quali elementi considerare per aumentare il Conversion Rate di un sito Web

Adesso che abbiamo visto quali sono i vari elementi da considerare e da analizzare per migliorare il rendimento di un’attività, andiamo a vedere quali sono le migliori tecniche che ci consentono di ottimizzare il conversion rate di un sito web. In primo luogo, sicuramente avrete capito che il primo passo per aumentare il volume delle conversioni è effettuare un’analisi del proprio sito web, in maniera tale da identificare le parti che necessitano alcuni cambiamenti. In questa situazione, il funnel si rivela un sistema molto utile, in quanto permette di capire in quale fase del processo di vendita viene perso un maggior numero di potenziali clienti.

In questo, gli strumenti e le statistiche di Google Analytics possono dare molti dati e spunti sui quali ragionare e farci identificare le pagine ed i percorsi web che possiamo migliorare al fine di ottimizzare il conversion rate di un sito web. Una volta identificate le pagine che fanno perdere più clienti lungo la strada, ci saranno numerosi accorgimenti e modifiche da mettere in atto, ma anche alcuni strumenti da poter utilizzare.

Per ottimizzare il conversion rate di un sito web è opportuno lavorare a 360° sulle pagine da migliorare. Perciò, andranno analizzati e modificati i testi, bisognerà rielaborare le call to action e cambiare anche piccoli particolari, come i colori dei pulsanti e i font. Anche se queste cose sembrano irrilevanti, in molti casi si sono rivelati cambiamenti essenziali. Ad ogni modo, durante queste modifiche, è fondamentale mettersi sempre nei panni dell’utente.

Cosa sta cercando? Quali sono le sue esigenze? Anche chiedervi perché quella determinata pagina potrebbe farvi perdere clienti potrebbe aiutarvi a capire quali modifiche effettuare. Mentre si cerca di ottimizzare il conversion rate di un sito web si dovrebbe anche prendere in considerazione due importanti elementi che solitamente inducono gli utenti ad effettuare un acquisto o a compiere qualsiasi altra azione decisa da voi: la credibilità e la persuasione.

 

Trucchi e consigli per aumentare il Tasso di Conversione di un sito web

ottimizzare conversion rate sito web

Infatti, un contenuto valido e che offre ottime informazioni e soluzioni all’utente, è in grado di generare credibilità. Di conseguenza, il visitatore sente una certa fiducia nei confronti dell’azienda in questione e diventa molto propenso all’acquisto, a lasciare il suo contatto, a scaricare un contenuto, etc. Un altro modo per risultare credibili e affidabili è proporre un metodo di pagamento sicuro: è utile implementare nelle pagine di vendita e in quelle del checkout i loghi delle carte di credito o di Paypal. Lo stesso vale per la modalità di spedizione: inserire il logo del corriere genera sempre una maggiore credibilità e affidabilità.

Per quanto riguarda la persuasione, è utile sapere che la scrittura persuasiva è uno dei mezzi più importanti per quanto riguarda la vendita in generale. In questo caso, oltre alla call to action, è opportuno usufruire di valide immagini, testimonianze e di parole o frasi accattivanti come "Gratis", "Gratuito", "Sconto", "Promozione", "Offerta valida solo per…", etc.

Per ottimizzare il conversion rate di un sito web la maggior parte degli esperti si focalizzano anche sulla rielaborazione del processo del checkout, cercando di renderlo più veloce e semplice possibile, magari riducendo i form da compilare e i vari passaggi.

Inoltre si occupano di analizzare i diretti competitors e offrire ai consumatori prezzi molto più competitivi, bonus per i nuovi clienti, coupon e codici sconto da utilizzare all’acquisto successivo e dei tempi di consegna molto ridotti. Infine, utilizzano anche validi strumenti come "Visual Website Optimizer" e il tool per i "Content Experiments" offerto da Google. Questi consentono di comparare e testare più versioni di landing page o di una pagina di vendita, e aiutano a capire quale funziona meglio e quale potrà aiutare ad ottimizzare il conversion rate di un sito web.

 

Come aumentare le vendite del tuo E-Commerce

Tutte le modifiche e gli accorgimenti che abbiamo visto fino ad ora si presentano come l’ideale anche per quanto riguarda l’aumento delle vendite di un e-commerce. Tuttavia, in questo caso sarà necessario anche concentrarsi molto sulla stesura delle descrizioni del prodotto, utilizzando le corrette parole chiave e spiegando eventualmente quali problemi può risolvere l’articolo in questione o come potrà cambiare la vita del cliente una volta effettuato l’acquisto (ovviamente questo dipende dal tipo di vendita che si sta effettuando). In un e-commerce è importante anche inserire più immagini esplicative riguardanti il prodotto e indurre i clienti a lasciare delle recensioni, che potranno trasmettere affidabilità e credibilità a tutta la nuova clientela.

 

Come impostare gli Obiettivi in Google Analytics

Google AnalyticsTutto questo può pertanto aiutarvi a ottimizzare il conversion rate di un sito web, ma dovrete sempre ricordare che, per farlo, sarà anche fondamentale impostare degli obiettivi, ovvero decidere quale azione dovrà compiere il vostro visitatore. In base a questo potrete creare delle valide ed efficaci landing page, pagine di vendita, review di prodotti, call to action, etc.. Questi obiettivi potranno poi essere impostati su Google Analytics, in modo tale da offrirvi un ulteriore aiuto per monitorare i funnel di vendita e ottimizzare il vostro tasso di conversione. Per farlo, prima di tutto dovrete assicurarvi che le pagine che intendete monitore abbiano il codice di tracking landing page e che siano presenti nel pannello di controllo Analytics.

A quel punto, dal menu amministrazione potrete selezionare il sito per il quale volete aggiungere gli obiettivi, andare sul profilo predefinito e cliccare sulla voce "Obiettivi". Dopodiché potrete seguire le indicazioni, selezionare la tipologia di obiettivo, definire la durata che dovrebbe avere ogni visita e il numero di pagine che i visitatori dovranno visualizzare per creare una conversione, e selezionare "Evento" se è l’intento è quello di far scaricare un file all’utente.

A quel punto potrete salvare e iniziare con il monitoraggio dei vostri risultati attraverso il tab "Rapporti" che troverete nel menu posizionato a sinistra sotto la dicitura "Conversioni" e poi "Obiettivi". In questo modo, potrete analizzare il tasso di conversione (CTR), i numeri di click effettivi, la percentuale di abbandono della pagina e le conversioni totali.

Utilizzando questo strumento di Google Analytics, potrete decisamente riuscire a capire quali pagine modificare per ottimizzare il conversion rate di un sito web e poi monitorarne i miglioramenti. Tuttavia, ricordate che il monitoraggio dei vostri risultati è un'attività molto importante, così come l'analisi delle vostre pagine: concentrandovi su queste operazioni, riuscite effettivamente a capire quali saranno le principali modifiche da fare per far crescere la vostra attività o massimizzare le entrate dei vostri e-commerce.

Letto 3620 volte Ultima modifica il Venerdì, 04 Marzo 2016 08:39
Roberto Ettorre

Mi chiamo Roberto Ettorre, mi occupo di ottimizzazione SEO e realizzazione siti web. Realizziamo insieme il tuo prossimo progetto? Se vuoi saperne di più contattami.

Mantieniti aggiornato, iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità di Web marketing
Autorizzo il trattamento dei miei dati personali *
Please wait